ComparaConti

La "scheda standard" di confronto

La "scheda standard" di confronto è una tabella nella quale sono riportate le caratteristiche
e le condizioni economiche dei conti corrent
i offerti dalle banche ai consumatori.

Per i conti a pacchetto e per i conti ordinari, la "scheda standard" di confronto si basa su quattro elementi essenziali:

- l'Indicatore Sintetico di Costo (ISC), calcolato in base a profili tipo di utilizzo definiti da Banca d'Italia, e le icone grafiche;
- la sezione con le principali voci di costo che caratterizzano l'operatività di un cliente tipo;
- la sezione con le condizioni economiche sugli assegni bancari e circolari;
- la sezione di dettaglio che riporta le condizioni dei principali servizi accessibili dal conto corrente.

Per il Conto di Base, la "scheda standard" si basa su due elementi essenziali:
- l'Indicatore Sintetico di Costo, calcolato in base a profili tipo di utilizzo definiti dal regolatore
pubblico;
- la sezione di dettaglio che riporta i compensi per operazioni eccedenti a quelle incluse nel
canone.

La "scheda standard" di confronto presenta le singole voci di costo raggruppate in categorie omogenee per contenuti e terminologia. L'obiettivo è facilitare la comprensibilità dei contenuti dei singoli servizi accessibili dal conto e dei costi dei prodotti offerti.

Nella "scheda standard" sono descritti chiaramente i servizi inclusi nel canone e quelli esclusi e sono indicate sia le spese fisse sia quelle variabili. E' precisato inoltre se le spese sono mensili, trimestrali o annue.